Teatro e Critica LAB, progetto di formazione ideato dalla rivista Teatro e Critica, arriva a Vicenza con un nuovo percorso, durante il festival BE POPULAR 2024. Un laboratorio collettivo in cui sviluppare pensieri e scritture elaborando strumenti di lettura dei linguaggi e delle dinamiche produttive del contemporaneo.

quando                dal 20 al 31 agosto 2024
orari                      dalle 14 alle 17.30
requisiti               aperto a tutti e tutte
iscrizioni             entro il 15 luglio
costo                     €250, riduzione €150 per iscrizioni entro il 15 giugno.

Il costo comprende l’accesso gratuito a tutti gli spettacoli del festival. Pagamento da effettuare tramite bonifico, al quale si aggiungeranno €5.00 di iscrizione associativa, da pagare ad inizio laboratorio. Per candidarti manda il tuo cv e una lettera motivazionale a FORMAZIONE@STIVALACCIOTEATRO.IT; ti aspettiamo!

INFORMAZIONI GENERALI

Che cosa vuol dire scegliere di andare a teatro, ora, dopo l’esperienza pandemica e la bulimia di visioni sugli schermi digitali?

Nel laboratorio di critica TeC LAB ragionamento dibattito e scrittura, comporranno un lavoro intensivo e approfondito sulle forme delle arti sceniche contemporanee, all’interno della programmazione del festival. Attraverso un percorso collettivo svilupperemo pensieri e scritture elaborando strumenti di lettura dei linguaggi del contemporaneo, strategie di analisi, comprensione delle dinamiche produttive del teatro contemporaneo, approfondendo i formati del giornalismo online, dalla recensione al diario emotivo, dall’inchiesta alle interviste con gli artisti, pubblicando e condividendo articoli e riflessioni. In ogni incontro il gruppo si muoverà come una vera e propria redazione alternando la teoria alla pratica. Gli articoli dei partecipanti saranno pubblicati sul sito di Teatro e Critica dedicato alla formazione: https://teatroecriticalab.wordpress.com/

DIDATTICA

Dalla teoria alla pratica e viceversa. Le introduzioni teoriche saranno di stimolo per la pratica critica quotidiana, allo stesso tempo la scrittura alimenterà la discussione teorica. Di che cosa parleremo?
Come guardiamo uno spettacolo
La funzione critica nello spettatore
Come si analizza uno spettacolo
La critica: verbale e scritta
Il racconto dello spettacolo come forma di comprensione
La scrittura come riflessione
Il teatro e la realtà che ci circonda
– Come si racconta uno spettacolo
– Scrittura giornalistica e forme della narrazione
– Lavoro redazionale: scelta dei contenuti , cosa raccontare, perché
– Lavoro di editing: come si correggono i lavori degli altri
– Modelli del giornalismo culturale: presentazioni, recensioni, editoriali, interviste

DOCENTE

Andrea Pocosgnich è laureato in Storia del Teatro presso l’Università Tor Vergata di Roma con una tesi su Tadeusz Kantor. Ha frequentato il master dell’Accademia Silvio D’Amico dedicato alla critica giornalistica. Nel 2009 fonda Teatro e Critica, punto di riferimento nazionale per l’informazione e la critica teatrale, di cui attualmente è il direttore e uno degli animatori. Come critico teatrale e redattore culturale ha collaborato anche con Quaderni del Teatro di Roma, Doppiozero, Metromorfosi, To be, Hystrio, Il Garantista. Da alcuni anni insieme agli altri componenti della redazione di Teatro e Critica organizza una serie di attività formative rivolte al pubblico del teatro: workshop di visione, incontri, lezioni all’interno di festival, scuole, accademie, università e stagioni teatrali.   È docente di storia del teatro, drammaturgia, educazione alla visione e critica presso accademie e scuole.